9Andando via di là, Gesù vide un uomo, chiamato Matteo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi». Fu commissionata nel 1565 dal cardinale francese Mathieu Cointrel; quest’ultimo desiderava che venissero realizzati dei quadri sui fatti fondamentali della vita di san Matteo. La vocazione di Matteo diventa allora non soltanto il perdono delle sue colpe, ma anche una nascita, il passaggio dalla morte alla vita, dall'ombra alla luce. La vocazione di San Matteo è un dipinto ad olio su tela di grandi dimensioni (322 cm x 340 cm) che il Caravaggio (Milano, 29 settembre 1571 – Porto Ercole, 18 luglio 1610) realizzò durante il suo soggiorno romano, intorno al 1599. Nell'opera è presente sulla prima colonna, in basso a sinistra, un blasone: stemma di Andrea Vendramino, committente dell'opera. In San Matteo, Caravaggio sceglie di rappresentare l’episodio utilizzando abiti ed L'incarico fu allora affidato al Merisi che dipinse la Vocazione di San Matteo per la parete di sinistra ed il Martirio di San Matteo per quella destra . La Vocazione di san Matteo della cappella Contarelli in San Luigi dei Francesi a Roma è una di queste sue imprese «dissimulatrici». Davvero La vocazione di Matteo, dipinta dal Caravaggio nel 1599-1600, può essere considerata un'opera religiosa?Essa fa parte di un trittico per la Cappella acquistata nel 1565 dal cardinale francese Mathieu Cointrel (italianizzato in Matteo Contarelli, presso S. Luigi dei Francesi, a Roma). Stemma. ; Notizie storico-critiche. VOCAZIONE DI SAN MATTEO Chiesa di San Luigi dei Francesi a Roma Committente: Matteo Contarelli progetto iniziale: MARTIRIO DI SAN MATTEO leggenda COMPOSIZIONE E INQUADRATURA San Matteo venne ucciso mentre celebrava la messa SUPERIORE San MAtteo Soldato INFERIORE Angelo FASCIO DI Roma, Chiesa di San Luigi dei Francesi, Cappella Contarelli. La Vocazione di san Matteo è un dipinto realizzato tra il 1599 ed il 1600 dal pittore italiano Michelangelo Merisi detto Caravaggio, ispirato all'episodio raccontato in Matteo 9,9-13.Si trova nella Cappella Contarelli, nella chiesa di San Luigi dei Francesi a Roma La vocazione di San Matteo: i personaggi. Nel 1602, quando venne protestata la statua per l'altare maggiore realizzata dallo scultore Cobaert, il Caravaggio ricette l'incarico anche per la pala d'altare centrale, il San Matteo e l'Angelo. E’ una luce simbolica non fisica. La Vocazione di San Matteo è la prima opera, eseguita da Caravaggio, per una destinazione pubblica e religiosa: è il primo dipinto visto da tutta la popolazione della città di Roma e soprattutto dai pittori suoi colleghi e concorrenti. Appunto di storia dell'arte su La Vocazione di San Matteo di Caravaggio, realizzata tra il 1599 e il 1600, rappresenta il momento in cui Gesù sceglie il gabelliere Matteo quale suo Apostolo. Il volto di Cristo è un volto attuale pettinato secondo la moda romana del tempo. www.parrocchiamilanino.it - “La Scossa Prediche Artistiche” - Caravaggio, Vocazione di San Matteo - ottobre 2006 3 Abbiamo visto che l’indice di Gesù, qui sostenuto da un gesto deciso del braccio, richiama la mano di Adamo di Michelangelo: Gesù è il nuovo Adamo “spirito datore e vita” scrive Paolo ai Corinzi (I Cor, 15,45). Vocazione di San Matteo – Caravaggio, 1599 . La Vocazione di san Matteo è un dipinto realizzato tra il 1599 ed il 1600 dal pittore italiano Michelangelo Merisi detto Caravaggio, ispirato all'episodio raccontato in Matteo 9,9-13. La Vocazione di San Matteo è un dipinto realizzato tra il 1599 e il 1600 dal pittore italiano Michelangelo Merisi, detto Caravaggio, ed è ispirato all’episodio raccontato in Matteo 9-9-13; è esposto a Roma nella Cappella Contarelli nella Chiesa di San Luigi dei francesi.