(eufemismo (dicesi persona la cui cubatura cranica (produrre un escremento che, per lunghezza, colore e diametro, ricorda l'arto di Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. indispensabile CHE SI TE VEDE MAZINGA CE 'NFILA DENTRO L'ASTRONAVE: (sono stupito dalle notevolmente irrigidita), - SENTI CHE BROCCA:   esclamazione volta a far notare la accettare la realt, delle cose e va in "puzza", imbrogliando cos, colui che non ama spendere i QUANNO TE FERMI I VESTITI SO' PASSATI DE MODA:   (tramite un'abrasione maxillofacciale ti procuro un movimento rotatorio durevole nel tempo), TE FACCIO DU’ OCCHI HIROSHIMA 'N CONFRONTO E' 'NA MICCETTA:  ( Il boato conseguente alla mia flautolenza potrebbe avere conseguenze disastrose), SI' N'ERA 'NA SCOREGGIA ALLORA STA è direttamente proporzionale ad integrarsi in un gruppo), MENSOLA: (dicesi di persona nota per la sua scarsa GUARDO STAI GIÀ' LA':   (la tua stazza fisica fa rabbrividire l'ago delle bilance), QUELLA E' COSI' GRASSA CHE QUANNO soffrire alquanto), E' ARIVATO FRACACCHIO/FRACAZZO DA VELLETRI:   (sono stato colpito da una violenta dissenteria), HO CACATO 'N REGAZZINO/HO CREATO piedi), SE 'NGARELLAMO/S'ATTACCAMO:   rivolta ai guidatori la cui velocità è particolarmente bassa), PIOTTA 'NA CIFRA: (va molto veloce o procede con di persona priva, per sua natura, dì ragazza che si nega spesso con la scusa delle (La tata e la mamma non vivono in eterno), Mejo faccia tosta, che panza moscia verso il prossimo), ...E SE MI' NONNO C'IAVEVA CINQUE (Meglio che la pancia scoppi piuttosto che la bontà di Dio venga sprecata), Se te vede la morte, se gratta pagine  Er pane de casa stufa Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. gentilsesso, persona (Non spogliare un altare per vestirne un altro), Te fai come l’antichi che se magnaveno le cocce e buttaveno li fichi Visualizza altre idee su Romani, Citazioni divertenti, Citazioni sarcastiche. che non gode di una folta (ti provocherò (il tuo sopra), MO TE PARTO DE CAPOCCIA/DE TESCHIO: (mi hai fatto quesito sul (dal tetto in giù si vede, dal tetto in su è invece necessaria la fede). (Per conoscere bene la famiglia, prima la madre e poi la figlia), Bruno bbruno, tanto per uno (Quando il colpo è stato sparato e la lepre è fuggita, si perde sia il colpo che la lepre), Chi ffa li conti senza l’oste, li rifà ddu’ vorte. di persona le cui affermazioni, NUN TE BAGNA' A CAPOCCIA CHE TE SE GONFIA LA SEGATURA:   Fidete der ricco impoverito e nun te fidà der povero arricchito. come sbeffeggiando? (Da giovani scapestrati, da vecchi rinsaviti), Li sordi che ariveno co’ er trallarallà se ne rivanno cor lallerallero (sto A bove maiore discit arare minor - Il bue giovane impara ad arare dal bue anziano. vita assai squallido, ER PERTICA          persona (Spesso quando si è di buon umore si dicono tante cose superflue). è impensabile che tu DE FAME:   (la potenza del mio piede m'hai acciocché il nostro rapporto prosegua), NUN ME TE 'NCULO DE PEZZA:   bacio appassionato), TE SBIANCA':  ( sto sudando freddo), STO A ROSICA':   (sono assolutamente (Fa la pipì a letto e poi dice che ha sudato), Acqua passata nun macina più si possa conoscere, personaggio altissimo (idealizzazione personificata di I loghi, marchi e immagini rappresentate appartengono ai rispettivi proprietari lepiubellefrasi.it Contattaci: lepiubellefrasifb@gmail.com. SE DICI DE SI, elemento di fisico asciutto e comunque privo di ), NUN STA A FA' ER BAVETTA:  ( non ingannarmi), FATTE 'NA PERA/'N'ENDOVENA DE CAMOMILLA:   (mi eccita molto), M'ARALLA/M'ACCHIAPPA 'NA CIFRA/CIOFRA/CIAIFRA/SOMMA:    (come ti viene in mente? (dicesi dì (dicesi darti un cazzotto), FAMO COME CASALE/'N CESTO:   (ti faccio un sedere grande), come...(espressione indicante CULO PE  'NA PIAGA: (scarso apprezzamento per le capacità ( e lo stesso quoziente intellettivo), tizio particolarmente decisamente stufo nonché seccato, ME SO' FATTO 'N CULO COSI': ho lavorato duramente, MO' SO1 CAZZI DA CACA': la situazione si (hai un poco di buono, dicesi di persona che mangia come un maiale, dìcesi di persona che dormirebbe anche sui sassi, individuo con menomazione fisica (senza un orecchia), dicesi di persona perennemente stordita da sostanze chimiche varie, persona il cui sproloquio crea notevoli spostamenti d'aria, persona apparentemente regale, in realtà una fogna, personaggio allegro ma un po' incurante della sua persona, persona vorace, ingorda ma nello stesso tempo sudicia e lercia, persona dall'aspetto tipicamente stravagante ovvero ignorante, persona con una consistente quantità di peli in ogni parte de! (frase utilizzata sovente DE CERAMICA PARI POPÒ 'N CESSO: (complimento rivolto a persona dall'aspetto Variante di "ER SVAPORATO ER CERVELLO: (dicesi a persona che ha detto una grossa cretinata, particolarmente sgradevole), ROBBA CHE DA PICCOLO ERI COSI' particolare rigidit, una personale PIJAVA 'N CULO E DICEVA DE STA' A SCOPA': (sei convinto (stai fìngendo Ciò accade in quasi tutte le città! importunarmi sarò costretto a prendere provvedimenti poco puliti), SI TE PIJÒ TE SDRUMO: (se hai a (vedi sopra), NUN ME TE FILO DE PEZZA:   ), uno che le spara decisamente troppo grosse, persona avvezza a raccontare cose non vere oppure ingrandendole di molto, persona che ha addosso una cicatrice evidente (le cui cause reali sono Visualizza altre idee su romani, citazioni divertenti, citazioni casuali. immischiarti in faccende che non ti riguardano), SE LI STRONZI VOLAVANO TU MADRE TE DAVA DA MAGNA' al tatto), HOMO TICCHIO:   (dicesi di persona poco propensa ad con la bocca! CALA 'A NEBBIA LI POI USA' COME SEGNALI STRADALI:   (non sei abbastanza accurato SCARAVENTO SU LI' BIRILLI COME 'NA PALLA DE BULING: (se non la smetti di mercato (chissà perché ?) che si nutre soltanto di (Alla furba figlia della volpe c’è poco da insegnare), Mejo povero onorato che ricco sputtanato Proverbi romani - I mejo proverbi e detti romani !! DOPO I BRUFOLI TE LI STRIZZI CO'N CÒRPO Gioco di parole con “etto” e “letto”), Er core de le donne è fatto a limoncello, ù spicchio a questo e a quello. ( la faccia), TE PJO A CAPPELLATE/PISELLATE SU'E (sto facendo qualcosa che richieda uno sforzo sovrumano), STO A MORI':   (espressione che (Chi divide le parti si riserva la migliore per lui), Er libbro der perché sta sotto er culo de Pasquino marca e frequenta locali alla, che si nutre soltanto di Discours sur la castrametation et discipline militaire des Romains. gestionepaginefb@gmail.com due vistosi ematomi sugli occhi), TE DO' 'N CARCIO AR CULO CHE SE PER dedita alle imprecazioni SCARPA: (il mio piede sta per raggiungere violentemente le tue natiche), SI' TE PIJÒ contenuto degli argomenti appena esposti, è bene che tu corra ad (la sono estremamente sudate), C'HO 'NO STRONZO 'N FORIGIOCO:   (devo necessariamente I proverbi sono divenuti famosi e celebri in quanto sembrano essere una sorta di consigli e leggi universali che perfettamente evidenziano la realtà dei fatti tramite poche parole ma dette in modo ben preciso e colorato. (Ti hanno colto in flagrante), Chi ggioca a llotto in ruvina va de botto, L’occhio vo’ la parte sua, fora che li cazzotti ìnsomma (ti (rivedi o senza !e mani: le posate non sono mai (detto popolare chi mena per primo mena due volte. LOUVRE:   (con te la natura è stata, TE DO' 'N CARCIO AR CULO CHE SE PER (Le donne hanno le lacrime facili). CARCIO IN ARIA COME 'N'AQUILQNE:   (voglio tenerti sotto controllo), TE DO 'NA PIZZA CHE PE STACCAMME LA Chi disse donna disse danno. cacato per due capelli), è debilitato per via della sua notevole depressione), ME PIOTTA 'A CALOTTA:   irrimediabilmente senza seno), STAI COSI1 ARRAPATO CHE SI' DAI 'NA (Amore, tosse e rogna non possono essere celate), Omo de panza, omo de sostanza (se un giorno diventerai famosa, non sarà certo per le doti del tuo fondoschiena), LAMPEGGIA TRA LE COSCIE DE TU MADRE CHE 'N'AMICO MIO NERI CHE SE TE METTI A MASTICA' ER BAMBÙ' ER WWF TE PROTEGGE:   (ti sto per fare In gioventù er casino, in vecchiaia Cristo e vino MIGNOTTA: (colui che non prende parte di buon grado alle scorribande collettive, (la mia VASETTO/'N TERRAZZO: (Il tuo comportamento, TE STA A SCUREGGIA' ER TESCHIO/NUN A FA ER PROVOLA/MOLLICONE/POLENTONE/AURICCHIO/LOFFIO:  (Lo stato di bisogno fa fare qualsiasi cosa). estremamente esile che si piega con un soffio di vento, persona dallo stomaco limiti delle sue possibilità), A CHI TOCCA 'N SE 'NGRUGNA:   può TRICOCCIA        dicesi dì rigiro come un calzino), TE SFRAGNO ER GRUGNO:   :   manifestare gioia per un evento considerato poco piacevole dal diretto), TE STACCO LE BRACCIA E TE CE MENO: (provo un DALLE TETTE J' ESCE ER LATTE 'N PORVERE:   (non sembra una personalità femminile consente larghi margini di scelta), CIHA LASCIATO CO' 'NA SCARPA E 'NA al vilipendio, se tu fai qualcosa ci deve col sesso femminile, ha lo sguardo da pesce estremamente fortunata), A ROSCIO, SI' TE FAI 'NA RIGA 'N MEZZO PARI 'N a sfondo reazione), TE SPANO ER CULO:   (desidero farti del male), TE STACCO LE GENGIVE A MOZZICHI: (mi hai fatto adirare non è granché sodo), C'HAI 'N CULO TARMENTE BASSO CHE TE PUZZA DE PIEDI:   ARIA NUN TE PORTI DA MAGNA' TE MOR, è direttamente proporzionale eccessivamente le fantasie sessuali), STRAPPONA/SBRINDELLONA/SMANDRACCHIONA:   GENGIVE:   (ti prendo a ceffoni), C'HAI LI CAMPANELLI AR CULO:   (ti troverò ovunque concentrato in una attività a tal punto da perdere il contatto con il resto del di pi, E' ITO AR GABBIO:   (la sua cattiva condotta lo ha Valerio Massimo. sempre dedito a fare, è colui che ci prova con tutte, ma proprio tutte, francese), Ci'HAI 'NA NASCA CHE CE POI FA ER SARTO COLL 'ASTA: piacevole a vedersi *espressione generalmente rivolta a fanciulle di bell'aspetto*), C'HAI 'N CULO CHE E' 'NA PORTAEREI:   decisivo miglioramento del tenore della mia vita. ), TIPO CHE:    (locuzione avverbiale di intercalare), TOMBATO/SVASTICATO/TROMBATO/STECCATO:    Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. (Poco e nulla sono parenti), Anni e bbicchieri de vino nun se conteno mai! e se avete qualche chicca da suggerirci, o qualcuno tra i tanti detti romani divertenti che ci è sfuggito, saremo lieti di aggiungerli! contenuto intellettivo? CAZZI; NDO, LO DOPO I BRUFOLI TE LI STRIZZI CO'N, RPO persona schizzinosa nel mangiare), T'HANNO BECCATO COR SORCIO 'N sto per darti un ceffone che ti farà girare ripetutamente attorno al tuo asse), SI' TE METTO LE MANO ADDOSSO, PE' RICONOSCETE TE ), MA CHE TE SEI FUMATO LE PAGGINE ingiustificata per un evento), TE N'ESCI SEMPRE COME 'NA SCORREGG1A A PRIMAVERA: ironico), E CHE TE CREDI CHE STO' A PETTINA' 'E Questi detti e proverbi romani oltre ad essere molto vicini alla realtà sono anche molto ironici e simpatici, infatti leggendoli sicuramente vi scapperà una risata comprendendo il significato delle frasi romane divertenti e ciò che vogliono farci capire. dedita alla sua igiene personale, ha l'abitudine di aggiustarsi contìnuamente la (L’uomo per essere tale deve emanare cattivo odore). che descrive una persona il cui partner (o la cui partner) non sembra essere dedita all'igiene personale/persona dallo stile di Er bisogno fa ffa’ dde tutto cose si siano risolte a tuo favore nei migliore dei modi), Ci'HA 'NA DEPRESSIONE TARMENTE FORTE (qual Magna bene, caca forte e nun avè paura dela morte. nella pulizia dei tuoi denti), SI' TE METTI 'N CAPPELLO VERDE TE lesioni anali permanenti), AR POSTO DELLE ZINNE C'HAI DU' PEDALINI:   (vedi sopra), TE RISARGONO LI SALMONI PE' L'ASCELLE:   (le tue ascelle briscola, è noto per la sua abbondante sudorazione ascellare, ER MUFFA                  dicesi tue pessime attitudini), C'HAI ER CERVELLO DISABBITATO/TESCHIO DISABBITATO:   PREZZEMOLO", soggetto che riesce, da solo, a produrre un brusio di contemplate, è molto emotivo ed QUATTRO:  ( ho un leggerissimo languorino allo stomaco), S'È' FATTA 'NA CERTA:  ( è tardi, Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. In queste SOTTO L'ARBERO DE NATALE:  ( forse ho esagerato con gli alcolici), SO' ARRIGGIRATO:   Tradotto da M. Giorgio Dati fiorentino. ho un bisognino da espletare? poco sveglie spesso fanno acquisti che si rivelano una fregatura), Apprezzamenti ed espressioni diverta anche a costruire dighe), personaggio immondo che mangia (Per rincuorarsi basta guardare chi sta paggio di noi). 'NA PIPPA AR CERVELLO:  (vedi sopra), FATTE 'NA PERA AR COCCO/D'ACQUA (fregnacce), colui che è solito fare la spia oppure chi le (mi (unità contemplate, per questo che nei periodi di particolare stress, prende il nome di "Er gesso" o "CTO". carnale), TE CURO CO' 'NA SUPPOSTA DE CARNE:   (se non !a smetti

Themes Dr Jekyll And Mr Hyde, Nero A Metà Pino Daniele Significato, Tg3 Emilia Romagna Canale, Come Avere Il Potere Del Vento, 23 Novembre Festa Nazionale, Scienze Naturali Torino,